Tra Fratta S Caterina e Fratticciola derby “alla pari”

FRATTA S CATERINA-FRATTICCIOLA 0-0

FRATTA SC: Mecarozzi, Pari, Farini, Frappi, Gironi, Bertocci, Migliacci, Tenti, Quadri, Maccheroncini, Testi

A disp.: Guerrini, Pacchiacucchi, Maccari, Cerulo, Frescucci, Banelli, Picchi

All.:Bernardini

FRATTICCIOLA: Mariotti, Capitini, Castellani, Cosci, Tanganelli, Bassini, Capannini, Betti, Mariottini, Bertocci, Pelucchini

A disp.: Porcelli, Parapain, Tavanti, Lodovichi, Dragoni, Bove, Lattanzi

All.: Giannini

Arbitro: Kamil sez. Valdarno

 

Aria di derby in quel del Burcinella di Fratta: nella giornata odierna arrivano i vicini della Fratticciola.

Partita dalla doppia faccia per le due squadre: da una parte i locali che vogliono confermare di poter giocare un ruolo da protagonista in questo campionato di seconda, confermandosi tra le prime della classe; dall’altra una Fratticciola che vuole togliersi dalla zona di bassa classifica e risalire.

Tutto fa sperare in un bel match, sentito e combattuto, che entrambe le squadre vogliono fare proprio a tutti i costi.

Partita che finisce in pareggio con un solo protagonista: il direttore di gara che dopo appena 7 minuti espelle Gironi per proteste e in almeno un paio di occasioni sorvola su possibili calci di rigore per i locali.

Per il resto partita nella quale i rossoverdi cercano di creare gioco e mantengono il possesso della palla ma non creano molto, e ospiti che sembrano loro avere un uomo in meno e si rinchiudono tutti dietro cercando il contropiede: difficile passare contro una squadra così.

Le azioni più pericolose dei locali vengono comunque tutte nei primi 20 minuti.

Al 5’ bella palla in mezzo di Pari per Quadri, che non colpisce bene e alza sopra la traversa.

Al 7’ gli ospiti si fanno vedere con Pelucchini che in fuorigioco non segnalato si presenta a tu per tu con Mecarozzi che para.

Dalle proteste per il fuorigioco arriva l’atto di protagonismo dell’arbitro e lascia per 80 minuti i locali in dieci per il rosso a Gironi.

Al 12’ è Migliacci a provarci, ma il portiere devia in angolo.

Al 14’ Quadri lanciato in area perde il tempo per concludere e si vede atterrare in area, ma l’arbitro concede solo il calcio d’angolo.

Al 16’ ancora Quadri dal limite, ma la palla viene ciccata e il tiro si spegne sul fondo.

Resto del primo tempo che procede così: rossoverdi in palleggio e giallorossi tutti dietro alla ricerca del contropiede.

Secondo tempo che si apre con un altro atterramento dubbio di Testi in area, ma ancora una volta il direttore di gara lascia correre.

Al 60 mister Bernardini si gioca la carta del nuovo arrivato Maccari, al posto di uno spento Quadri.

Al 80’ Pelucchini tira da fuori ma sbaglia ampiamente.

Al 82’ ancora Testi atterrato in area, ma ancora una volta il direttore di gara, quest’oggi ampiamente insufficiente, non concede l’estremo fallo.

Al 87’ punizione dal vertice destro per i locali, dalla quale nasce una mischia che si risolve in angolo.

Ultimo brivido in pieno recupero con il difensore Bassini che colpisce la parte alta della traversa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Pareggio a reti bianche per le due squadre quindi: un punto a testa che è il risultato forse più giusto, ma in undici contro undici e con almeno un rigore forse la partita sarebbe finita diversamente.

 

Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page