I RossoVerdi di Tavanti risorgono al Burcinella: tris al Rapolano

ASD FRATTA S.CATERINA-RAPOLANO TERME 3-1

FRATTA S.CATERINA: Casucci, Torniai, Castellani, Migliacci, Bertocci, Brogi, Mancini, Hamiti, Brini, Gepponi, Ngeri.

A disposizione: Guerrini, Maringola, Pacchiacucchi, Sarcoli, Governatori, Risorti, Sicuranza.

Allenatore: Tavanti

RAPOLANO TERME: Barbetti, Cipriani, Corradeschi, Pandolfi, Santini, Baldini, Grisostomi, Serra, Denisco, Fanetti, Lorenzini.

A disposizione: Crestini, Materozzi, Fioravanti, Hilla, Turillazzi, Bouguelande, Fanti

Allenatore: Fanti

Arbitro: Failla sez. Firenze

Marcatori: Lorenzini al 50’(R), Migliacci al 62’(F), Brini al 67’(F), Gepponi al 70’(F)

Al Burcinella di Fratta in una giornata grigia e ventosa  va in scena l’undicesima giornata di ritorno del girone N di seconda categoria: di fronte Fratta S.Caterina e Rapolano Terme.

Il campo è reso pesante dalle precipitazioni di sabato e venerdì, ma il gioco non ne risente, anzi la partita è bella e vivace.

I locali comandano il gioco sin dai primi minuti e già al 3’ si rendono pericolosi con Mancini .

Al 11’ è ancora mancini a lanciare in profondità Gepponi, che perde tempo e si fa rubare la palla dal portiere in uscita appena dentro l’area.

Al 14’ bella azione da fallo laterale: Castellani per Brini che va sul fondo e la mette in mezzo per Gepponi che di testa insacca, ma l’arbitro inspiegabilmente annulla la rete per un presunto fallo.

Al 18’ Gepponi lanciato in contropiede viene atterrato dal difensore ospite, ma per l’arbitro non c’è fallo.

Al 20’ si fanno vedere gli ospiti con il n.11 Lorenzini, ma il tiro è debole tra le braccia di Casucci.

Al 27’ l’episodio chiave del match: Mancini se ne va solitario verso l’area, il portiere avversario esce in scivolata fuori dall’area prendendo la palla prima del giocatore, ma per il direttore di gara non c’è dubbio: rosso diretto e Rapolano in 10 uomini.

Dalla susseguente punizione Hamiti fa partire un bel tiro indirizzato verso l’angolino basso alla destra del neoentrato Cresti, ma quest’ultimo è bravo a deviare in angolo.

Nei successivi 5’ i locali assediano la porta avversaria.

Al 31’ Gepponi stoppa una buona palla e salta due avversari, ma temporeggia troppo e si fa fregare la palla dal portiere in uscita.

Al 32’ Brini la mette rasoterra per Ngeri che tira moscio sulle mani dell’estremo difensore avversario.

Al 33’ Hamiti prova il tiro a giro, ma la palla sorvola di poco la traversa.

Al 34’ Gepponi tira una buona punizione dal limite, ma né Ngeri né Brini riescono a ribadire in rete.

Al 40’ l’ultima buona azione del primo tempo: Ngeri sale da solo, triangola con Mancini, ma al momento di calciare si fa recuperare dal difensore.

Finisce così sullo 0-0 un primo tempo che ha visto dominare i locali, che però non sono riusciti a sfruttare le numerosissime occasioni e l’uomo in più rispetto agli avversari.

Al rientro dagli spogliatoi si fanno vedere subito gli ospiti: Lorenzini ne salta due e mette la palla in mezzo, ma Casucci è bravo ad uscire e bloccare.

Al 49’ Torniai cambia fascia per Gepponi, che dentro l’area fa partire un tiro di sinistro che esce di poco a lato.

Al 50’ il vantaggio degli ospiti su un pasticcio della difesa: Casucci esce al limite per rinviare la palla, ma la cicca clamorosamente e Lorenzini è libero di appoggiare dentro la palla per il momentaneo 1-0 ospite.

I locali non si fanno abbattere dal gol subito, anzi ne traggono la spinta per svegliarsi e giocare con maggiore intensità.

Così appena dopo 1’ dal gol è Mancini a farsi pericoloso, ma da dentro l’area calcia addosso al portiere che devia in angolo.

Angolo dal quale i locali provano lo schema che manda al tiro Gepponi, ma la palla non prende la giusta forza e finisce tra le braccia di Cresti.

Al 62’ finalmente il tanto agognato pareggio: Migliacci prende palla ai 35m e fa partire una bomba che si insacca sotto la traversa.

Passano appena 4’ ed i rossoverdi passano in vantaggio: Ngeri recupera palla sulla linea di fondo, la mette rasoterra al limite dell’area per l’accorrente Brini che la insacca sotto la traversa: si ribalta il risultato, 2-1 per i locali.

Doccia fredda per il Rapolano che al 70’ subisce la terza rete: Castellani cambia fascia su Gepponi, che al limite dell’area aspetta l’uomo e lo salta, fa partire un rasoterra di destro che supera l’estremo difensore avversario per il 3-1 Fratta e per la rete numero venti in campionato per la punta.

Gli ultimi venti minuti i locali si limitano a difendere il risultato, con gli ospiti incapaci di farsi pericolosi davanti alla porta di Casucci.

Finisce così sul 3-1 il match odierno che ha visto dominare per tutti i novanta minuti i locali, con gli ospiti capaci di farsi pericolosi soltanto per uno svarione della difesa.

Il Rapolano perde così tre punti importanti per la corsa alla promozione e si vede battuto da un Fratta S.Caterina che non trovava la vittoria da alcune giornate.

MICHELE MACCARINI