Pari e patta col Pieve al Toppo

FRATTA S.CATERINA-PIEVE AL TOPPO  2-2

FRATTA:pompei,pari,frescucci,pacchiacucchi,gironi,brogi,mancini,fabianelli,sina,gepponi,migliacci

A disp.:risorti,caka,frappi,bejko,guerrini,sarcoli,gori

All.:Baroncini

P.AL TOPPO:sodi,colombi,franchi,tiezzi,amerighi,monaci,cocci,santini,dragoni,milani,bartolucci

A disp.:debolini,barbagli,franchi,marchetta,tenti,tene,bindi

All.:locci

Arbitro: bonfante sez. Grosseto

Reti:6’gepponi, 17’ e 60’dragoni, 61’mancini

 

Terza giornata di ritorno del girone N di seconda categoria al Burcinella di Fratta: i locali affrontano nella giornata odierna il pieve al toppo.

Finisce 2 a 2, un punto a testa per due squadre che giocano una partita alla pari, anche se i padroni di casa possono recriminare per un paio di situazioni dubbie in area di rigore avversaria.

Partono subito forte i rossoverdi che trovano il vantaggio dopo sei minuti: sina sulla trequarti lancia con una palla a scavalcare la difesa il numero dieci gepponi, che stoppa la palla e a tu per tu con l’estremo difensore avgversario deposita la palla in rete.

Vantaggio che dura poco più di dieci minuti, quando al 17’ l’arbitro concede la massima punizione al pieve al toppo per un fallo in area di rigore di gepponi, che nel tentativo di rinviare la palla colpisce l’avversario.

Dal dischetto dragoni non sbaglia e pareggia: 1-1.

Al 25’ ghiotta occasione per gli ospiti, che si trovano in contropiede cinque contro due, ma non riescono a sfruttare al meglio la superiorità numerica e perdono malamente la palla.

Al 33’ pari sfruttando al meglio uno schema su calcio di punizione si trova a pochi passi dal portiere e viene atterrato da un difensore, ma il direttore di gara non fischia e l’azione sfuma.

Al 40’ è brogi a trovarsi in area davanti al portiere, ma stoppa male e perde il tempo per il tiro.

Si conclude così il primo tempo sul risultato di 1-1.

Nel secondo tempo dopo 15 minuti di studio abbiamo un botta e risposta tra le due squadre: prima il pieve al toppo si porta in vantaggio ancora con dragoni, abile a sfruttare al meglio una palla sporca e un’ingenuità difensiva, poi i locali pareggiano appena dopo un minuto, quando mancini al limite dell’area calcia al volo in porta e supera sodi.

Al 70’ gepponi supera il proprio marcatore, entra in area e viene atterrato clamorosamente, ma altrettanto clamorosamente il direttore di gara non fischia e fa continuare il gioco.

L’ultima occasione buona della partita è sulla testa di testi, che sugli sviluppi di un calcio di punizione non trova la giusta angolazione e la giusta forza per superare l’estremo difensore ospite.

Termina così sul risultato di 2-2 il match odierno: un punto ciascuno sostanzialmente giusto tra due squadre che hanno giocato alla pari per tutti i 90 minuti.

Michele